Italiano - Corsi di Kung Fu, Tai Chi Chuan e Wing Chun - Camponogara - Dolo - Venezia - Scuola di Arti Marziali Quancong English - Corsi di Kung Fu, Tai Chi Chuan e Wing Chun - Camponogara - Dolo - Venezia - Scuola di Arti Marziali Quancong
 

Wing Chun

Tra gli stili di kung fu proposti nei nostri corsi c'è il Wing Chun, uno stile nato nel sud della Cina.

 

 
 

 
Corsi di Kung Fu, Tai Chi Chuan e Wing Chun - Camponogara - Dolo - Venezia - Scuola di Arti Marziali Quancong

Portato all'attenzione del grande pubblico grazie ad una serie di film dedicati alla figura di Ip Man, il Vịnh Xuân (Wing Chun) è in questo momento uno degli stili di kung fu più famosi.

Il Vịnh Xuân è la scuola vietnamita del Wing Chun, stile basato principalmente sul concetto di contatto, ovvero l’utilizzo della percezione tattile per individuare l’intenzione dell’avversario alla corta distanza. È dunque uno stile "corto", caratteristico del Sud della Cina.

Trentasei sono i movimenti di base, che si espandono in settantadue, infinite le varie combinazioni possibili: il fascino del Vịnh Xuân , stile molto poco adatto alle dimostrazioni, è l’efficacia.

La leggenda più famosa attribuisce la nascita del Vịnh Xuân , alla monaca buddista Ng Mui intorno alla seconda metà del XVII secolo, dopo essere sfuggita alla distruzione del monastero di Shaolin nel 1723. Il nome dello stile sarebbe dovuto alla prima allieva della monaca, Yim Wing Chun, codificatrice e riorganizzatrice dello stile presso il tempio della provincia di Kwantung (Guangdong).

Tra coloro che appresero il Wing Chun, il famoso Yp Man che ne divenne l’ultimo Gran Maestro. Trasferitosi ad Hong Kong ebbe molti allievi tra cui Lee Siu Long, divenuto in seguito il conosciutissimo attore Bruce Lee.

Al maestro cinese Luong Vu Te ,conosciuto anche come Nguyễn Tế Công, deve le sue origini la scuola vietnamita del Vịnh Xuân . Egli arrivò in Vietnam nel 1907, cominciando a diffondere lo Stile, ma essendo un militare consolare al servizio della Cina Nazionalista durante la guerra cino-giapponese (1937-1945), operò nell’ombra fino agli anni ’40. Costretto a scappare nel Nord del Vietnam in quanto perseguitato dall’Intelligence Giapponese (ciò a causa della sua bravura nello spionaggio), fu aiutato a cambiare identità da un ragazzo appartenente ad un’influente famiglia mandarina, il quale fu molto colpito dalla personalità di Luong Vu Te, il quale divenne quindi Nguyễn Tế Công; successivamente egli riuscì ad ottenere la nazionalità vietnamita.

Il lavoro preliminare del Vịnh Xuân consiste nello sciogliere le articolazioni del corpo (polso, gomito, spalla, ecc.), in modo da sviluppare la sensibilità caratteristica di questo stile, che permette di reagire prontamente agli stimoli esterni, soprattutto a corta distanza, percependo anche i più piccoli movimenti dell’avversario. L’allievo impara dunque a percepire la direzione, l’intensità, e il tipo di forza impiegati dall’avversario nell’attacco; uno stimolo non va percepito solo con gli occhi, ma attraverso l’affinamento di tutti i 5 sensi, soprattutto il tatto.
Attraverso un lavoro prima individuale e poi a coppie, s’imparano i quyen, le forme, ovvero movimenti codificati che riproducono tecniche di parata e attacco. Il risultato è una lunga catena cinestetica rapida, e governata da una logica istintiva.
Il lavoro a coppie inizia a stretto contatto, dapprima con mani e braccia, il cui sistema caratteristico è il Tam Kieu, (in cinese “mani incollate”), e man mano che sensibilità e capacità percettive aumentano, si aggiungono gambe, spalle, busto e tutto il corpo.

Il Vịnh Xuân è uno stile molto concreto, e diversamente dalle Arti Marziali in genere, è privo di una ideologia o filosofia sottostante. “Salta addosso all’avversario e riempilo di colpi fino a quando non si muove più” potrebbe essere l’unico idea trasmessa dalla sua leggendaria genitrice. E’ perciò uno stile decisamente volto all’attacco, dunque aggressivo, ma comunque dotato di un’accuratissima teoria difensiva, la cui idea portante è che i bersagli più vulnerabili del corpo umano si trovano sulla linea centrale, che deve venire protetta: una mano avanzata “che cerca” (ma protegge anche i fianchi), e l’altra più indietro che protegge. I numerosi tipi di parata sono insegnati ad essere eseguiti con economia di movimenti; e il pugno d’attacco corto, rapido, e verticale che parte dal centro.

Lo studio del Vịnh Xuân è eseguito secondo tre diversi livelli: dapprima si comincia con una forma semplice di Tam Kieu; si prosegue poi a studiare l’arte di intrappolare le braccia dell’avversario prima di contrattaccare, e contemporaneamente si comincia a studiare il movimento dei piedi dalla caratteristica posizione a “clessidra” o “cavaliere inverso”. Al terzo livello vi è il lavoro delle gambe, che introduce calci bassi e ravvicinati; e si studia il concetto di attacco e parata contemporanei, o meglio di una parata fluttuante che si trasforma in attacco.

Da eseguire da soli vi sono le quattro forme prestabilite: “la piccola idea”, “chiudere l’intervallo”, “colpire con le dita”, e i Qi Gong dei cinque animali. Mentre il Modulo 108, sintesi delle precedenti, si lavora anche in coppia. C’è inoltre il lavoro con “l’uomo di legno” un grosso tronco, lungo altezza uomo, dotato di pioli, strumento per il lavoro solitario che permette di allenare la forza.

Lo stile insegna anche il maneggio di due tipi di armi: i coltelli a farfalla e il palo a sei punti e mezzo (un palo lungo circa sei metri e mezzo).
Essendo il Vịnh Xuân uno stile di combattimento a corta distanza, il combattente deve ridurre il più rapidamente possibile i passi che lo separano dall’avversario.

 

 
 

SEGUICI

facebook - Corsi di Kung Fu, Tai Chi Chuan e Wing Chun - Camponogara - Dolo - Venezia - Scuola di Arti Marziali Quancong vimeo - Corsi di Kung Fu, Tai Chi Chuan e Wing Chun - Camponogara - Dolo - Venezia - Scuola di Arti Marziali Quancong
Logo - Corsi di Kung Fu, Tai Chi Chuan e Wing Chun - Camponogara - Dolo - Venezia - Scuola di Arti Marziali Quancong
 

Scuola di arti marziali e filosofie orientali Quancong
E-mail: nuoclua@libero.it
Cell. 3478906707

A.S.D. Nuoc Lu’A
C.F. 03563560279
Sede legale
Piazza IV novembre, n. 22
Cazzago di Pianiga (VE)

Scuola di arti marziali e filosofia orientale Quancong
E-mail: nuoclua@libero.it
Cell. 3478906707
A.S.D. Nuoc Lu’A
Sede legale
Piazza IV novembre, n. 22
Cazzago di Pianiga (VE)

 

A.S.D. Nuoc Lu’A | C.F. 03563560279 | Informativa sulla Privacy & Cookies | Admin | © 1999 - | Powered by BrioWeb