Logo - Corsi di Kung Fu, Tai Chi Chuan e Wing Chun - Camponogara - Dolo - Venezia - Scuola di Arti Marziali Quancong
Italiano - Corsi di Kung Fu, Tai Chi Chuan e Wing Chun - Camponogara - Dolo - Venezia - Scuola di Arti Marziali Quancong English - Corsi di Kung Fu, Tai Chi Chuan e Wing Chun - Camponogara - Dolo - Venezia - Scuola di Arti Marziali Quancong
 

Le sei armonie nel Tai Chi Chuan

Nello studio del Tai Chi, il praticante deve fare proprie una serie di nozioni, tra cui il concetto delle sei armonie...

 

 
 

 
Corsi di Kung Fu, Tai Chi Chuan e Wing Chun - Camponogara - Dolo - Venezia - Scuola di Arti Marziali Quancong

L'efficacia delle tecniche del Taijiquan (Tai Chi Chuan), lo sviluppo dell'equilibrio, del concetto di radicamento, la libera circolazione dell'energia interna nel corpo, dipendono tutte dalla consapevolezza della "struttura del corpo".

Cercando di spiegare in parole semplici, si può dire che la "struttura del corpo" è la postura che il corpo assume, rilassato e tonico allo stesso tempo. La struttura del corpo è uno dei temi fondamentali nello studio e nella pratica del Taijiquan (Tai Chi Chuan).

Uno dei principi che spesso illustro ai clienti durante le mie consulenze di marketing è il così detto principio di Pareto. Si tratta di una legge empirica osservata da Vilfrido Pareto. La legge afferma che esiste in ogni cosa un rapporto 80/20. Ad esempio, l'80% della ricchezza è nelle mani del 20% della popolazione di un Paese. Il 20% dei clienti di un'azienda spesso genera l'80% del fatturato, e così via...

Il principio delle sei armonie è di fatto l'equivalente del principio di Pareto applicato al Taijiquan (Tai Chi Chuan). Infatti si può affermare che il 20% di tutte le attività compiute dal praticante realizza l'80% dei risultati, se queste sono svolte rispettando le sei armonie.

"Piccoli" miglioramenti posturali infatti hanno un enorme impatto sui progressi del praticante e sulla sua salute. Ecco perché lo studio della "struttura" e la sua consapevolezza diventano un tema fondamentale nella pratica.

Per verificare un corretto lavoro, il praticante ha un "metodo di verifica" chiamato sei armonie, in cinese Liù hé 六和, per capire se sta eseguendo correttamente i movimenti e soprattutto se sta assumendo la "postura corretta".

LE SEI ARMONIE

Le sei armonie si riferiscono al coordinamento tra le tre articolazioni esterne (polso/caviglia, gomito/ginocchio e spalla/anca) e il coordinamento di tre processi interni, spirito (shén 神), mente/intenzione (Yi 意) e energia vitale (Qì 气). Questo coordinamento permette di creare un equilibrio nel corpo ed un equilibrio tra mente e spirito.

Armonia non significa semplicemente muovere il corpo in armonia (anche se questo è un requisito fondamentale), ma far si che ogni movimento che viene eseguito sia generato attraverso l'armonia del corpo.

Le sei armonie sono il processo di manifestazione della mente attraverso il movimento corporeo nella realtà fisica. Questa condizione si indica con il termine "connessione", ogni parte del corpo, interna ed esterna, è connessa.

Le tre armonie esterne Wài Sān Hé 外三和

1) Le spalle si armonizzano con le anche;
2) I gomiti si armonizzano con le ginocchia;
3) Le mani (i polsi) si armonizzano con i piedi (le caviglie);

Le tre armonie esterne Nèi Sān Hé 内功

1) Il cuore si armonizza con l'intenzione;
2) L'intenzione si armonizza con il Qi;
3) Il Qi si armonizza con il movimento;

Armonizzare le "sei armonie" significa assumere la corretta postura mentre le parti del corpo si muovono all'unisono. Questo non significa che parti diverse del corpo non possono muoversi in direzioni differenti, ma che ogni movimento che il praticante esegue vede ogni parte del corpo coinvolta. In parole semplici, se devo spingere non mi limitero ad usare la il braccio o il braccio e la spalla, ma utilizzerò tutto il corpo. Un esempio perfetto di questo atteggiamento è il così detto "tiro in sospensione" nel gioco della pallacanestro.

Quando un giocatore deve tirare a canestro utilizza tutto il corpo e la "peferzione" del tiro dipende proprio dall'armonia con cui il giocatore muove l'intero corpo.

Nella pratica del Taijiquan (Tai Chi Chuan) si parte dall'allineamento delle anche con le spalle, da questo allineamento infatti derivano gli altri due allineamenti esterni.

Quando le mani ed i piedi si muovono assieme le dita delle mani arrivano contemporaneamente con le dita dei piedi. Il corretto allineamento delle mani con i piedi permette di dare vita a spinte e colpi efficaci che sfruttano non tanto la forza muscolare di un arto, ma la forza dell'intero corpo.

L'armonia tra l'articolazione dell'anca e l'articolazione della spalla (chiamate entrambe kuà 胯) offre al praticante la possibilità di sfruttare al meglio la forza della rotazione del busto.

Lo studio delle armonie esterne offre al praticante la possibilità di prendere consapevolezza del movimento del proprio corpo, imparando a "muoverlo veramente".

Il coordinamento delle armonie interne invece dipende dall'intenzione e dalla volontà (mente e cuore) nel movimento che si esegue.

Ecco un esempio per capire questo concetto, apparentemente, non di facile comprensione.

Ognuno di noi, quando deve uscire da casa, si trova davanti al portone e deve usare la maniglia per aprirlo. Quante volte lo abbiamo fatto? Quasi un gesto automatico. Se vi fermiamo a pensare sappiamo di averlo fatto perché sappiamo di essere usciti, ma probabilmente non ci ricordiamo di averlo fatto perché lo abbiamo fatto in modo automatico. Senza pensarci.

Il Taijiquan (Tai Chi Chuan) insegna invece ad eseguire questo semplice schema motorio (afferro la maniglia, la ruoto e tiro a me il portone) come se venisse fatto per la prima volta nella vita. Con la massima consapevolezza e concentrazione possibile.

Questo significa trasformare un semplice gesto quotidiano in una sorta di scoperta continua. Questo significa provare quella meraviglia che prova un bambino di pochi mesi davanti anche al gesto più semplice e "banale".

Questo significa armonizzare il proprio sentire, con l'intenzione della mente, cioè mettendoci tutta la concentrazione possibile. L'intenzione, quando c'è consapevolezza, si armonizza con la nostra energia vitale. Più il grado di intenzione è alto e più alta sarà la concentrazione nell'eseguire un gesto.

Le sei armonie sono in sintesi una porta verso una nuova consapevolezza del nostro essere, sia sul piano fisico che su quello emotivo e spirituale. Uno dei tanti preziosi doni che il Taijiquan (Tai Chi Chuan) offre al praticante.

 

 

 
 

SEGUICI

facebook - Corsi di Kung Fu, Tai Chi Chuan e Wing Chun - Camponogara - Dolo - Venezia - Scuola di Arti Marziali Quancong vimeo - Corsi di Kung Fu, Tai Chi Chuan e Wing Chun - Camponogara - Dolo - Venezia - Scuola di Arti Marziali Quancong
Logo - Corsi di Kung Fu, Tai Chi Chuan e Wing Chun - Camponogara - Dolo - Venezia - Scuola di Arti Marziali Quancong
 

Scuola di arti marziali e filosofie orientali Quancong
E-mail: info@quancong.org
Cell. 3478906707

A.S.D. Nuoc Lu’A
C.F. 03563560279
Sede legale
Piazza IV novembre, n. 22
Cazzago di Pianiga (VE)

Scuola di arti marziali e filosofia orientale Quancong
E-mail: info@quancong.org
Cell. 3478906707
A.S.D. Nuoc Lu’A
Sede legale
Piazza IV novembre, n. 22
Cazzago di Pianiga (VE)

 

A.S.D. Nuoc Lu’A | C.F. 03563560279 | Informativa sulla Privacy & Cookies | Admin | © 1999 - | Powered by BrioWeb