Logo - Corsi di Kung Fu, Tai Chi Chuan e Wing Chun - Camponogara - Dolo - Venezia - Scuola di Arti Marziali Quancong
Italiano - Corsi di Kung Fu, Tai Chi Chuan e Wing Chun - Camponogara - Dolo - Venezia - Scuola di Arti Marziali Quancong English - Corsi di Kung Fu, Tai Chi Chuan e Wing Chun - Camponogara - Dolo - Venezia - Scuola di Arti Marziali Quancong
 

Il ventaglio

Tra le armi proposte dalla scuola di arti marziali tradizionali Quancong è presente il ventaglio. Un'arma quasi inaspettata...

 

 
 

 
Corsi di Kung Fu, Tai Chi Chuan e Wing Chun - Camponogara - Dolo - Venezia - Scuola di Arti Marziali Quancong

“I petali di un fiore che cadono senza produrre rumore sul muschio, un suono che dev’essere udito nelle profondità di una montagna… questa è la perfezione richiesta nell’arte del ventaglio.”

Le origini del ventaglio si perdono nel labirinto della storia orientale. In Cina il suo uso sembra risalire al 3000 a.C circa, e sembra fosse diffuso tanto tra le classi benestanti che in quelle più povere.

Colori, disegni, forme, cambiavano a seconda del ceto sociale a cui apparteneva il proprietario. Oggetto che veniva trasmesso di generazione in generazione. Elemento importantissimo e imprescindibile durante le cerimonie religiose e le cerimonie del tè.

Inizialmente era largamente adoperato in agricoltura per dividere riso, grano e cereali. In guerra invece sembra esservene traccia già nei duelli mitologici.

Il ventaglio era sia utilizzato come arma da difesa che di offesa. In oltre era anche un mezzo per trasmettere gli ordini dei comandanti in battaglia ai soldati.

Molti sono gli aneddoti e le favole che riguardano il ventaglio. Il “Ti-Ki” o “Libro dei riti” attribuisce la genesi del ventaglio all’imperatore Hsien-yang, salito al trono nel 2699 a.C. La leggenda racconta che la figlia di un mandarino, si sentì mancare per l’eccessivo caldo durante la festa delle lanterne, e fu lei per prima a tirar fuori lo strumento per sventolarsi, imitata poi dalle altre fanciulle presenti.

Vi sono ventagli di foglie di palma, di penne d’uccello, ventagli rotondi, fissi (originari della Cina) e pieghevoli provenienti dalla Corea.

Pittura, danza, poesia ed arti marziali si fondono in questo affascinante strumento. Strumento che vedeva una vera e propria gara da parte dei proprietari ad farlo dedocare dagli artisti più importanti.

Il ventaglio quindi era utilizzato non solo per trovare del refrigerio dalla calura estiva, ma anche nel combattimento e per espressioni artistiche come la danza. Tutti aspetti che si sono fusi in un'unica disciplina del movimento che si è tramandata nei secoli fino ai giorni nostri.

Nei luoghi dove era vietato portare armi, come nei palazzi imperiali, il guerriero teneva comunque con sé il ventaglio da guerra, uno strumento di cortesia trasformato in un’arma micidiale con stecche d’acciaio fornite di lame affilate.

Per quanto riguarda il Viet Nam, pare che il ventaglio sia giunto verso la metà dell'Ottocento, quindi in tempi abbastanza recenti.

Nella scuola Quancong molte allieve hanno scelto la pratica del ventaglio, strumento affascinante, elegante, usato per la danza, ma anche arma inaspettata.

 

 
 

SEGUICI

facebook - Corsi di Kung Fu, Tai Chi Chuan e Wing Chun - Camponogara - Dolo - Venezia - Scuola di Arti Marziali Quancong vimeo - Corsi di Kung Fu, Tai Chi Chuan e Wing Chun - Camponogara - Dolo - Venezia - Scuola di Arti Marziali Quancong
Logo - Corsi di Kung Fu, Tai Chi Chuan e Wing Chun - Camponogara - Dolo - Venezia - Scuola di Arti Marziali Quancong
 

Scuola di arti marziali e filosofie orientali Quancong
E-mail: info@quancong.org
Cell. 3478906707

A.S.D. Nuoc Lu’A
C.F. 03563560279
Sede legale
Piazza IV novembre, n. 22
Cazzago di Pianiga (VE)

Scuola di arti marziali e filosofia orientale Quancong
E-mail: info@quancong.org
Cell. 3478906707
A.S.D. Nuoc Lu’A
Sede legale
Piazza IV novembre, n. 22
Cazzago di Pianiga (VE)

 

A.S.D. Nuoc Lu’A | C.F. 03563560279 | Informativa sulla Privacy & Cookies | Admin | © 1999 - | Powered by BrioWeb